Attività svolta: progetto preliminare - definitivo - esecutiva - direzione lavori - coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione

Committente: Comune di Sedriano

Date: progettazione 1999-2000 costruzione 2002-2004 

Superficie: 1.500 mq

Partners: Ing. Nicola Rossi (impianti)

DSC05165     DSC05168  DSC05461  

DSC05465     DSC05470   DSC06756

Attività svolta: progetto preliminare - definitivo - esecutivo per la ristrutturazione del ristorante aziendale Eni ad Assemini

Committente: Eni Servizi S.p.A

Date: progettazione 2014 

Superficie: 930 mq

ENI AS EA05

La ristrutturazione generale della cucina e del servizio, propone scelte ed obiettivi che rispettino in primo luogo il concetto di Company Style Eni ed in secondo luogo attuino un “sistema integrato di ristorazione” con la formulazione di concetti precisi e chiari, rapportati sia alle reali esigenze funzionali che a quelle imposte dalle norme del settore ed in particolare:

Ottimizzazione generale della struttura e degli impianti attraverso l'ottimizzazione igienica e qualitativa del processo/prodotto sia in entrata che in uscita attraverso una costante ed unica opera di controllo; la creazione di percorsi corretti sia in termini funzionali che igienici e completa separazione dei flussi sporco-pulito; l'ampliamento delle superfici aereo illuminate; la realizzazione di un impianto di condizionamento integrale per tutti i locali. Massimizzazione delle garanzie igieniche dirette e indirette attraverso l'assoluto rispetto del concetto del "tutto avanti" che impone e garantisce la progressiva igienizzazione delle derrate mano mano che il processo produttivo avanza fino alla cottura e alla distribuzione; la precisa pianificazione del sistema di smaltimento rifiuti; una precisa scelta dei materiali e delle finiture edili in funzione di precise garanzie di sicurezza e pulibilità; la riduzione dei rischi diretti o indiretti derivanti dal sistema di allontanamento fumane di cucina che permetta un agevole smaltimento dei fumi stessi. Ottimizzazione della durabilita’ nel tempo della struttura attraverso un' equilibrata scelta delle soluzioni impiantistiche, privilegiando la qualità intrinseca delle macchine e la effettiva durabilità nel tempo sia in termini manutentivi che di contenimento dei consumi e un'attenta scelta delle attrezzature privilegiando l’uso di attrezzature di cottura e preparazione ad alta qualità.

 

pianta self    SEZ PROSP1

sezione bb selfcamera 3  

sezione cc self

 

 

 

 

 

 

pianta sala  SEZ PROSP2

 

sezioni salacamera 1

 

camera 2  camera 6

Attività svolta: concorso di progettazione per la realizzazione di una mensa a Brunico (Bz)

Committente: Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige 

Date: 2013

Superficie:   mq

500                                200   

vista generale  vista ingresso

  

Attività svolta: consulenza per le aree di ristoro del padiglione Italia expo 2015 - concorso di progettazione - progetto esecutivo 

CommittenteNemesi & Partners - Bms Progetti

Date: concorso 2013 - progetto esecutivo 2014

Superficie:  2190 mq

pianta risto

Il ristorante esclusivo per cento ospiti dell'ultimo livello risulta accessibile in continuità con il percorso expo ma anche da appositi ascensori dedicati del piano terra. Il ristorante gode di una ampia terrazza posta ad una quota rialzata con vista panoramica su tutta l'Expo. Il concept alla base del progetto del ristorante è quello di dare al visitatore la sensazione di essere "dentro la chioma". La sala è quindi organizzata dai movimenti del pavimento in legno che sollevandosi definisce gli spazi destinati ai tavoli. Dal pavimento prendono forma le sedute e dei "tronchi" che sostengono la struttura del tetto che sarà parzialmente vetrata e ombreggiata. La cucina è a vista nelle aree di preparazione e cottura, ed è parzialmente schermata da una menbrana che simula un intreccio di rami.  Il ristorante è inoltre dotato di un'area Vip, collegata alla sala delle delegazioni, posta sempre in corrispondenza dello stesso livello.

In merito alla Corte Itlaiana del cibo si è immaginato di connotare questo ambito educativo e di intrattenimento facendo riferimento al tema della Terra. Per il laboratorio del cibo è stata proposta una sorta di "cunicolo di terra" dove poter effettuare colture sperimentali. L'idea prende spunto dal voler dare la sensazione di essere all'interno di una zolla di terra per spiegare ai bambini che il cibo è solo l'ultimo prodotto di un lungo processo che ha origine nel terreno. Nei laboratori tematici non si prevede una vera e proprioa cucina, ma si rirtiene più appropriato educare i bambini sui temi della nutrizione e sui processi di preparazione degli alimenti piuttosto che sulla cottura.

 

 

concept

 

 

cardo

fotomontaggi

 

laboratori cibo

      

  

   
 

Attività svolta: progetto definitivo in fase di gara per la ristruttarazione delle aree ristorazione degli ospedali di Lecco, Merate e Bellano

Committente: Elior ristorazione S.p.A e FABBRO S.p.A - Ente banditore: Azienda Ospedaliera della provincia di Lecco

Date: 2013

Superficie:   mq

Partners: Studio SM dott arch. Santino Massaro - Studio Associato GBE (impianti elettrici) - SR System designer s.a.s (impianti meccanici)

MERATE

Gli interventi richiesti per il sito produttivo del Presidio Ospedaliero di Lecco che si articola nelle tre sedi di Lecco, Merate e Bollate, sono schematizzabili come segue:

interventi nella cucina centrale di produzione pasti (posta al blocco C) e le relative aree di stoccaggio e di supporto per il lavaggio delle stoviglie e la raccolta dei rifiuti; interventi presso il self service aziendale (posto al blocco B) e le relative aree di supporto e per il lavaggio delle stoviglie; interventi per le cucine di piano per la produzione delle colazioni (poste nel blocco A); interventi per il locale “Emergency Food” (posto nel blocco A – 1° piano); interventi sugli impianti ad essi afferenti; interventi volti ad eliminare le grosse problematiche derivanti dall’ammaloramento delle impermeabilizzazioni che determinano problemi di infiltrazioni al piano sottostante.

 

MERATE40001   MERATE40024   MERATE40023    

MERATE40004   MERATE40020   MERATE40013 

BELLANO20016   BELLANO20012 2   BELLANO20013   

BELLANO20000   BELLANO20007   BELLANO20011

LECCO010000 2   LECCO010001   LECCO010005 2

      

      

 

Attività svolta: progetto preliminare in fase di gara per la ristrutturazione delle aree ristorazione negli ospedali di Treviglio e Romano Lombardo

Committente: Compass Group - Ente banditore: Azienda Ospedaliera Treviglio

Date: 2011  

Superficie:   mq

camera 1

camera 5

tre pianta1camera 4

 

camera 2

 

tre pianta2

 

camera 3             rom piantarom 1

 

Attività svolta: progetto preliminare in fase di gara per la ristrutturazione del ristorante aziendale Eni a San Donato

Committente: Eni Servizi S.p.A 

Date: progettazione 2008

Superficie:  5000 mq

Partners: BMZ (impianti)

top3  1000030001

60001 copia   40001  70001 copy

20000   50001copia esterno3 

2  3d cuocipasta e blocco cottura 3d blocco cottura

  

Attività svolta: progetto preliminare - definitivo - direzione lavori per la ristrutturazione di un capannone industriale da destinare a centro cottura

Committente: Milano Ristorazione S.p.A 

Date: progettazione 2004-2006 costruzione 2006-2010 

Superficie: 9.638 mq

Partners: Proger S.p.A (civile, strutture) - Manens S.r.l (impianti) 

CGS DU 01 P.T   sezCGS DA 04

 

P1080439    P1080175

 

© Studio Montanari & Partners
Via Lusardi 10 - 20122 Milano - Italy
P.Iva 04924390158
Informativa privacy e cookies policy

 

 

 

Questo sito fa uso di cookies tecnici.